APPROVATO IL NUOVO REGOLAMENTO PER I CONTRIBUTI REGIONALI L.R. 20/2006

La Regione Friuli-Venezia Giulia ha approvato nei giorni scorsi il nuovo regolamento che individua i criteri e le modalità di concessione dei contributi a favore delle cooperative sociali e dei loro Consorzi ai sensi della L.R. 20/2006.
Si attende ora il Decreto del Direttore Centrale Competente in materia di cooperazione sociale che individuerà i termini per la presentazione delle domande.
Le cooperative sociali e i loro consorzi potranno accedere a canali contributivi dedicati agli incentivi per investimenti (ad esempio costruzione e acquisto di immobili aziendali, lavori di ristrutturazione, acquisto impianti, beni mobili e immateriali, adeguamento dei posti di lavoro alle esigenze del personale svantaggiato: 600mila euro lo stanziamento 2017), al miglioramento organizzativo delle imprese cooperative (ad esempio consulenze per l’innovazione, costituzione e primo impianto di nuove coop sociali), all’occupazione di persone svantaggiate o con disabilità, ai consorzi di cooperative sociali per l’attività di consulenza imprenditoriale a favore delle consorziate (600mila euro per il 2017) e, infine, a progetti di promozione dei valori della cooperazione sociale (40mila euro nel 2017).
Inoltre, in base al nuovo regolamento sono previsti maggiori finanziamenti, che possono arrivare fino a un massimo del 40% del costo del servizio prestato dalla cooperativa, per promuovere il ricorso a convenzioni stipulate tra enti pubblici e cooperative sociali iscritte nella sezione b dell’Albo regionale per la fornitura di servizi che prevedono l’inserimento lavorativo di personale svantaggiato. Lo scopo è di ampliare l’affidamento di servizi alle cooperative sociali con positive ricadute in termini economici e occupazionali. Per questa specifica finalità, nel 2017 le risorse ammontano a 500mila euro.
Una novità importante è costituita dal fatto che le domande a partire da quest’anno dovranno essere presentate attraverso una procedura telematica (sistema informatico denominato FEG) che attualmente è in fase di definizione da parte della Regione.

Taggato con: , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*